Dichiarazione dei Redditi. Chi deve farla in Portogallo

March 16, 2017

Si avvicina il 1° aprile, data in cui si potrà incominciare ad inviare le dichiarazioni dei rendimenti in Portogallo (IRS). Stiamo ricevendo molte telefonate e contatti di connazionali che mostrano incertezza e... non poca confusione sull'argomento e pertanto vorremmo chiarire alcuni aspetti fondamentali, con particolare riguardo alla competenza fiscale inerente questa "stagione" dichiarativa. Cosa intendiamo per competenza fiscale? Semplicemente la competenza a gestire i nostri redditi ai fini dell'imposizione fiscale per l'anno 2016. Italia o Portogallo...???

E' importante verificare innanzi tutto da quando si è residenti fiscali in Portogallo! Attenzione... essere in possesso del NIF o essere destinatari di "Estatuto de Residente Não Habitual", NON significa essere residenti fiscali, ma semplicemente "abilitati" ad usufruire dei benefici fiscali di cui al Decreto-Lei n.º 249/2009, de 23 de Setembro, grazie ai quali è concessa ai pensionati italiani (e non solo) l'esenzione decennale dalle imposte sul reddito da pensione (cat. H). Essere residenti fiscali significa aver richiesto ed ottenuto il certificato di residenza portoghese (cidadao) e aver ottenuto tale riconoscimento dalla Direzione Generale delle Imposte di Lisbona che avrà provveduto ad emettere la relativa certificazione. Ciò premesso..., tuttavia, dobbiamo andare a verificare "quando" la Finanza portoghese ci avrà riconosciuti residenti fiscalmente in Portogallo ai fini impositivi, perché... fino ad allora... il nostro "cordone ombelicale" con l'Agenzia delle Entrate italiana (che ci ratificherà tale status solo dopo il decorso di 183/184 giorni), resterà l'unico punto di riferimento sotto il profilo fiscale legato al pagamento delle imposte, e ciò anche se - come in molti casi avviene - si maturerà il diritto ad ottenere dal Sostituto d'imposta il rimborso delle ritenute alla fonte già operate in Italia. Come è noto, infatti, la competenza fiscale non può in nessun caso essere frazionata e pertanto il diritto a gestire i nostri redditi in virtù della Convenzione bilaterale intesa ad evitare la doppia imposizione fiscale, resterà in capo allo Stato che ci avrà visti "residenti fiscali" per la maggior parte dell'anno, quindi per più di 183 o 184 giorni! Tutto chiaro? Dovrebbe esserlo, ma nella pratica... accade di tutto. 

 

Che fare? Andiamo a verificare la data sul nostro certificato di residenza (cidadao) !  Se emesso antecedentemente al 1° luglio  la competenza imponibile sarà portoghese, altrimenti italiana!

 

Due dichiarazioni dei redditi - in entrambi gli Stati - sono obbligatorie ove esistano redditi prodotti in Italia ed imponibili in tale Paese in quanto titolato ad esercitare l'imposizione fiscale sul contribuente che sarà risultato ivi residente fiscale per più di 183 o 184 giorni  e nell'altro Stato (Portogallo) qualora la predetta residenza in quest'ultimo Paese sia stata conferita entro la fine dell'anno precedente, anche qualora A.T. non avrà diritto a riscuotere le imposte ai sensi della nota Convenzione bilaterale ove la residenza nel Paese sia stata acquisita successivamente al 30 giugno dell'anno di riferimento.

 

Ciò perché l'obbligo dichiarativo - a prescindere dalla competenza impositiva - resta in capo ai contribuenti che saranno risultati residenti fiscalmente durante l'anno d'imposta anche soltanto per un giorno.

 

Ovviamente, in quest'ultimo caso, ci si dovrà limitare ad evidenziare che le imposte di riferimento sono già state pagate all'estero (in Italia).  In tale specifico caso, inoltre, si dovrà comunque evidenziare sul Mod. IRS portoghese la condizione di esenzione decennale per i redditi di categoria "H" (pensioni) e pertanto, tale prima dichiarazione, contribuirà non solo a legittimare l'avvio dei diritti previsti dalla condizione di RNH ma anche a determinare l'avvio del previsto "contatore" decennale che A.T. avrà predisposto nei nostri confronti. 

 

Non dimentichiamoci, infine di dichiarare la nostra nuova residenza estera e la sua decorrenza sul frontespizio della dichiarazione dei redditi italiana che sarà presentata immediatamente dopo la sua acquisizione.

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post Recenti
Please reload

  • Facebook Social Icon

© 2015-2020 by ItalBroker Lda. Olhão Portugal - Rua 18 de Junho 20 - 8700-568     - All rights reserved -

contatti: info@italbroker.net  -  Azienda registrata in IRN registos al n. 514198443